Sentire, capire, camminare, vivere le Terre di Siena, un giorno o una settimana non è importante: "Da Annita" avrete la possibilità di dilatare spazio e tempo.

Sarete immersi in un "paesaggio in movimento" dove sentieri e strade bianche si srotolano tra colline e cipressi.
Siena è a Nord, poco distante, gli echi del Palio risuonano ancora. In epoca medievale l’unica strada che la collegava ad Arezzo, passava proprio qua sotto, attraversando l’Ombrone all’altezza del podere  Proceno.

All'orizzonte, verso Nord, le colline del Chianti coperte di vigne che sotto i vostri occhi si arrestano al confine del "mareggiare morto" delle Crete, paesaggio dell'anima senese tutto slanci e asprezze e verso sud, seguendo l'Ombrone, sboccano nella val d'Orcia.

Alle terre selvagge e al panorama "metafisico" e abbacinante della Val d'Orcia, fa riscontro e contrasto l'ampiezza e la grandiosità di quello di Montalcino, all'orizzonte verso sud-ovest, incoronato dai vigneti del prezioso Brunello.

Queste sono anche le terre attraversate da una delle più importanti "vie della fede" d'Europa: la Via Francigena. Intorno ad essa sorgono chiese ed abbazie di straordinario fascino: nelle Crete il monastero di Monte Oliveto Maggiore, porta del paradiso in bilico sopra un inferno annunciato dal paesaggio di balze e valloni grandiosamente orridi, nel cuore della Val d’Orcia l'Abbazia di Sant'Antimo, spettacolare esempio di architettura francese in Italia, tra storia e leggenda, andando a ritroso nel tempo fino a Carlo Magno.

L'Amiata è un bel fondale che azzurreggia. Con la sua sagoma di antico vulcano addormentato, ci ricorda che è la nostra "montagna madre", da lei derivano le ricchezze della nostra terra: le Terme e il travertino.

Spostandoci ad est il Rinascimento si vendica sull'incancellabile gotico di Siena e costruisce la sua città ideale, Pienza, la città di Pio II e poco distante, poggiata sul suo colle posto a spartiacque tra l'Orcia e la Chiana ecco Montepulciano e il suo Nobile vino.

Il paesaggio torna sereno, lavorato e ubertoso degradando verso la Valle Del Gigante Bianco, la Val di Chiana, famosa per la pregiatissima carne del bovino più grande del mondo, mentre la lingua segna l’incontro dell’antico toscano di Cortona, con l'umbro e la lingua dell’alto Lazio. Dagli Etruschi di Chiusi  giungono affascinanti suggestioni. Sul lago, due torri, senese l’una e l’altra perugina, ricordano le contese per il possesso di quest’ultimo lembo della Toscana: "Beccati questo" e "Beccati quest'altro" si fronteggiano immobili da seicento anni. Le Terre di Siena si chiudono con un battibecco e, poco lontano, il danzatore etrusco affrescato su una parete sotterranea ripropone il suo leggero passo di danza.

Queste terre sono un invito alla vita e alla gioia; e con l’amore che ci lega a questi luoghi vi aiuteremo a conoscerli e capirli perché camminare da queste parti  non significa viaggiare lentamente, bensì vivere pienamente, nel segno dell’autentico benessere, l’armonia di un paesaggio senza tempo in continuo movimento.

Prenota adesso

Simple Booking Syncro Box ™ - Vertical Box Kids Age

Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4
Protected by Verisgn Informazioni protette con certificato SSL 128 bit

Offerte... solo per te

Un regalo speciale...
Non regalate il solito profumo o cravatta!
Leggi tutto...

Chi trova un amico...trova un tesoro
In vacanza con gli AMICI (sconto "10+5")
Leggi tutto...

Fuga romantica ? ? ?
...trovate il tempo per le emozioni ! ! !
Leggi tutto...

Le offerte non sono cumulabili e sono modificabili in base alla disponibilità dell'Hotel.

curiosita